3398245380 [email protected]
I corsi riprendono il 4 Settembre.

Il burro chiarificato o ghee : dono degli Dei.

Come promesso nel mio ultimo articolo Ayurveda filosofia e scienza di vita, vi parlerò del ghee (burro chiarificato) utilizzato in Ayurveda nei cibi e nella preparazione di molte medicine.

I benefici del ghee

Il burro chiarificato viene considerato un ringiovanente (rasayana) in quanto agisce sul sistema nervoso nutrendolo, essendo molto ricco di vitamine A-D-E-K è utile per prevenire e contrastare le lesioni ossidative nel corpo. Contiene inoltre acido linoleico e acido butirrico che contengono proprietà antitumorali. Usato nella preparazione dei cibi facilita la digestione, l’assorbimento e l’assimilazione degli alimenti. E’ il migliore equilibratore di agni (fuoco digestivo) dal quale dipende il corretto funzionamento dei singoli organi. Lubrifica il tessuto connettivo e rende il corpo più flessibile.

Ma è grasso!!!

Si, in effetti è puro grasso al 100% ma il ghee  non rappresenta  un rischio, in quanto i grassi in esso contenuti sono per la maggior parte a catena corta e vengono utilizzati velocemente dal corpo e quindi non immagazzinati, inoltre il colesterolo LDL è presente  nella caseina del burro che durante la preparazione del ghee viene rimossa. E’ quindi un ottimo grasso per cucinare, è il mezzo migliore per favorire l’assorbimento da parte dell’organismo di vitamine liposolubili, minerali e oligoelementi. Tradizionalmente il ghee viene mescolato a sostanze medicinali per aumentarne l’assorbimento a livello intestinale. E’ considerato anupana, cioè un “veicolo”.infatti le erbe amalgamate con il grasso ghee attraversano più velocemente la barriera cellulare che è composta da un doppio strato lipidico. Il ghee ha la capacità di trasportare le propretà medicamentose delle erbe e minerali in tutti e sette i tessuti,non sovraccarica il fegato come fanno gli altri oli e grassi,ma rinforza. È un ottimo tonico, agisce sul midollo osseo, tessuto nervoso e il cervello. Stimola l’intelligenza e la percezione,funge da tonico ringiovanente per la mente e il sistema nervoso.

Per chi è particolarmente indicato?

É consigliato a persone di costituzione vata (insonnia,stitichezza) e pitta (bruciori di stomaco,problemi di fegato). Anche i tipi kapha (obesità, ritenzione idrica,cellulite,muco) possono trarne beneficio in piccole quantità.

Il burro ghee produce meno muco del burro tradizionale.

Come usare il ghee per via interna:

Pacifica pitta contro ulcera, gastrite, evacuazione frequente, feci poco formate. Sciogliere il ghee in un po d’acqua calda e bere il mattino a digiuno, 20′ prima di colazione. Come pronto soccorso per bruciori di stomaco: mezzo cucchiaino con acqua calda.  Assunto con eguale quantità di miele aiuta la vista.  Riduce vata alleviando gonfiori e stitichezza.

Utilizzo per via esterna:

Agisce in vari modi: massaggi, applicazioni, ossia spalmando una quantità di ghee, coprendo con una garza o lasciandolo all’aria, a seconda della necessità; Impacchi : la quantità sarà maggiore e la parte verrà avvolta in bende o pellicola trasparente. Personalmente lo reputo un pronto soccorso da avere sempre in dispensa per il suo potere antinfiammatorio. Ho potuto sperimentarlo su di me in un periodo in cui ho avuto un orzaiolo, ho fatto sciogliere il ghee e l’ho applicato ed in una notte è sparita l’infiammazione. Lo stesso procedimento viene usato in caso di ragadi anali, emorroidi, congiuntiviti, eruzioni cutanee, eritemi, scottature anche solari ecc.

Gli impacchi sono adatti per strappi muscolari, contratture, tendinite ed infiammazioni. Ottimo coadiuvante nella cura di stipsi, per l’ulcera gastrica, condizioni febbrili ed infiammatorie, negli stati anemici (si aggiunge al latte)diventa un ottimo ricostituente, oppure da utilizzare negli alimenti come riso basmati e ghee. Ottimo contributo nelle digestioni difficili, spalmato in piccola quantità all’interno delle narici per sedare l’emicrania.  È decisamente da preferire anche per friggere, rispetto agli oli di semi ricchi di acidi grassi polinsaturi, che con le alte temperature si frammentano facilmente in pericolosi radicali liberi.  Infatti è utilizzato nella ristorazione di alto livello per la facile digeribilità. Il ghee andrebbe preparato in casa, anche se lo possiamo trovare già pronto nei negozi bio.

Come fare il ghee in casa:come fare il ghee

  1. Si fonde un panetto di burro non salato in una padella dal fondo spesso, a fiamma molto bassa.
  2. Dopo qualche minuto (quando arriva a 100 gradi) inizierà a formarsi una schiuma biancastra, che andremo a rimuovere con delicatezza, senza toccare il fondo della pentola con il cucchiaio,
  3. Poi, quando il liquido appare completamente trasparente, si rimuove la schiuma formatasi e si filtra con un tovagliolo o un colino.

Il ghee deve essere biondo come il miele e profumato. Va conservato in un barattolo pulito ed asciutto, a temperatura ambiente.

 

Come conservare il burro chiarificato:

Il ghee si conserva perfettamente per lunghissimo tempo, anzi più invecchia meglio è. Non è necessario tenerlo in frigo. Bisogna chiuderlo bene e tenerlo al buio nella dispensa, lontano dalla luce.

Quantità da assumere

Il ghee aumenta il fuoco digestivo, elemento fondamentale per guarire e mantenere la salute. Tuttavia troppo ghee potrebbe avere l’effetto opposto. In generale potete consumarne 1 o 2 cucchiaini  al giorno. Se avete dei dubbi o qualche disturbo è preferibile consultare un medico ayurvedico.  Biologico è meglio! Nel ghee di origine non biologica sono stati trovati residui di pesticidi, sebbene in quantità inferiore rispetto al burro normale. È un vero peccato che un così prezioso dono della natura venga inquinato da sostanze tossiche e potenzialmente cancerogene . Scegliete un ghee biologico o se lo fate voi usate un buon burro biologico.

Burro invecchiato ( Purana Ghrita)

Secondo l’ayurveda il ghee più potente è quello invecchiato. È considerato vecchio dopo almeno un anno,ma ce ne sono alcuni che ne hanno almeno 10 e più anni. Addirittura in India pare che qualcuno custodisca gelosamente dei ghee centenari. Un ghee molto vecchio è considerato capace di guarire ogni malattia.

Avete già utilizzato il ghee come rimedio naturale? Scrivetemi nei commenti come lo utilizzate :)