Oggi vorrei parlare di un altro aspetto della mia professione che considero una delle espressioni della mia anima.
L’Ayurveda non si discosta dallo yoga e nemmeno dal pilates , ed una volta che l’hai incontrata. ti accompagna per sempre
diversamente dai massaggi classici occidentali, eseguiti nei canonici 50 minuti dove un cliente dopo l’altro si stende sul lettino e l’operatore diviene quasi meccanico.
In un trattamento ayurveda è richiesta conoscenza, contatto, empatia, manualità e rispetto.
E’ chiamato la carezza dell’anima.

Lo scambio energetico ed il dispendio di prana per l’operatore è alto, qui è nata la mia decisione nel centellinare i trattamenti.
Ma l’ayurveda mi chiama sempre come se solo attraverso di essa io potessi esprimere un aspetto della mia anima, nel silenzio, nello stato meditativo in cui si esegue il trattamento, il tempo si sospende, il tempo è quanto la persona necessita.
In quello spazio comprendi la connessione con l’universo ed il divino della persona che stai trattando, tocchi gentili, perché ti inchini con rispetto alla possibilità che l’altro ti sta donando.

Colui che considera la gentilezza verso l’umanità come la forma religiosa suprema e tratta i suoi pazienti di conseguenza, ha successo nel conseguire lo scopo della vita e ottiene la più grande felicità. (Susrhuta)

MA COS’É L’AYURVEDA?

Ho un solo modo per descriverla : è filosofia e scienza della vita
ayu|scienza – veda | conoscenza

L’ayurveda è uno dei grandi doni dei saggi dell’India antica all’umanità.
Si tratta di uno dei più antichi sistemi di medicina e vanta un’ampia documentazione di esperienza clinica.
Tuttavia non è soltanto un sistema di medicina nel senso convenzionale di cura della malattia.
È sopratutto uno stile di vita, che punta alla prevenzione e promuove la longevità.
La cosa che mi fece innamorare di questa scienza è la semplicità, in Occidente tendiamo a complicare la comprensione e l’utilizzo di qualsiasi strumento di autoguarigione, l’ayurveda parte da un concetto basilare semplice.
L’essere umano e le sue esperienze sensoriali sono come manifestazioni dell’energia cosmica universale, che si esprime nei cinque elementi basilari.
L’etere, l’aria, il fuoco, l’acqua e la terra.
I cinque elementi si manifestano nel corpo come tre principi base, conosciuti come tridosha.
Dagli elementi etere ed aria si manifesta vata dosha.
Dagli elementi fuoco ed acqua si manifesta pitta dosha
dagli elementi terra ed acqua si manifesta kapha dosha.
Vata-pitta-kapha governano tutte le funzioni biologiche, psicologiche e fisiopalogiche di corpo, mente e coscienza.
Essi agiscono come costituenti naturali e barriere protettive nella condizione fisiologica normale, invece in stato di squilibrio essi contribuiscono ai processi della malattia.
Le figure ayurvediche professionali in India sono i massaggiatori, terapisti che conoscono l’utilizzo delle erbe e trattamenti specifici, ed il medico ayurvedico che fa la diagnosi del polso e prescrive le erbe ed i trattamenti specifici.

Personalmente ho studiato il massaggio ayurvedico e fatto il percorso di terapista per poter approfondire aspetti che mi affascinavano ,come la conoscienza dei marma (le 108 porte di fuoco) e la conoscienza di trattamenti ed oli specifici a seconda del dosha in disarmonia.
Quando attraverso il test si comprende quali dosha sono in squilibrio, si agisce attraverso trattamenti mirati, con consigli sullo stile di vita adeguato.

I doveri o codici di disciplina che ognuno di noi dovrebbe osservare sono:

dieta giornaliera
dieta stagionale
doveri occasionali
regole precauzionali nell’attività sessuale
regole di condotta generale per il benessere generale della società
misure precauzionali contro l’invecchiamento precoce
condotte e pratiche mirate alla realizzazione del sé

il regime ayurvedico del giusto vivere ha come scopo il mantenimento della salute, il conseguimento di una lunga vita piacevole ed attiva, l’apporto di soccorso in caso di dolore e malattia, la possibilità di gioire dei piaceri della vita ed il conseguimento alla realizzazione del sé.
In breve l’ayurveda aiuta l’individuo a raggiungere i quattro principali obiettivi della vita umana.
Questi sono Dharma o servizio alla società, artha o servizio alla famiglia, kama o servizio a se stessi e moksha o realizzazione del sé.

I REGIMI AYURVEDICI PER LA SALUTE NEL QUOTIDIANO

Una persona sana dovrebbe svegliarsi molto presto, dopo aver espletato i bisogni corporei fare una doccia, meditare e poi eseguire esercizi yoga e pranayama, dando più importanza alle posture adatte alla propria costituzione.

Alcune posizioni Yoga utili per le diverse costituzioni studiate nell’ayurveda:

VATA posizione del loto-vajarasana, siddhasana, respirazione a narici alterne inspirando da destra ed espirando da sinistra(pranayama del sole)

PITTA posizione dell’aratro,posizione sulle spalle,shitali pranayama

KAPHA pinza (pashimmotanasana) neti ,agnisara

Quando vi è un dosha in eccesso, in disarmonia l’azione sarà attraverso il suo contrario, ad esempio per vata, elementi aria – etere, quindi eccesso di movimento e di leggerezza in tutti gli aspetti, fisiologici e psicologici, si agirà attraverso il suo contrario, olio di sesamo, cibi sostanziosi, asana meditative ecc.

Qui potete scaricare  il Prakriti Test (Test Costituzionale Ayurvedico)

In questo modo potete iniziare a conoscere la vostra costituzione, in caso di dubbi o consigli scrivetemi pure una e-mail .

Le regole per eseguire il test sono: rispondere in modo spontaneo, ogni aspetto valutato è nel qui ed ora, non nel passato, segnare con una croce una delle qualità che vi appartiene.
In alcuni casi possiamo trovare più di una qualità in differenti dosha, in tal caso mettete entrambe le croci.
Alla fine farete la somma delle croci per ciascun dosha, in base al numero delle croci presenti in un dosha avrete la vostra caratteristica nel qui ed ora.
Questo è un test generico e non sostituisce la diagnosi del polso eseguita dai medici ayurvedici ed alcuna diagnosi o terapia, quindi consultare sempre il proprio medico di fiducia prima di intraprendere qualsiasi azione curativa.

Buon test,
Al prossimo articolo con alcuni semplici consigli ma di grande efficacia ed una ricetta per preparare il ghee (burro chiarificato) utilizzato in India per molte problematiche.

Emanuela